Ufficio anagrafe

Responsabile area: Dott. Sandro Michelizza
Istruttore: Tissino Patrizia (p.tissino@comuneragogna.it)
Telefono: 0432 957055   Fax: 0432 940951

Competenze:

  • Anagrafe
  • Stato Civile
  • Elettorale
  • Leva
  • Statistiche e rendiconti di competenza del servizio
  • Toponomastica, onomastica e numerazione civica
  • Autenticazione sottoscrizione atti di alienazione beni mobili registrati (Art. 7 L. 248/2006)
  • Servizi al cittadino svolti direttamente o affidati da terzi
Apertura al pubblico
Giornata Mattino Pomeriggio
Lunedì 10.00 - 12.30 chiuso
Martedì 10.00 - 12.30 17.00 - 18.00
Mercoledì 10.00 - 12.30 chiuso
Giovedì 10.00 - 12.30 chiuso
Venerdì 10.00 - 12.30 chiuso
Sabato chiuso chiuso

CAMBIO RESIDENZA ON-LINE
Dal 09/05/2012 ai sensi dell'art.5 del decreto "Semplifica Italia", la normativa prevede che, NONOSTANTE L'ASSENZA DELLE MODIFICHE DEL REGOLAMENTO ANAGRAFICO NECESSARIE PER LA PIENA ATTUAZIONE DELLE NOVITA' INTRODOTTE, sia possibile chiede la residenza o il cambio d'indirizzo all'interno del territorio del paese non solo recandosi allo sportello dei Servizi Demografici di questo Comune ma anche compilando la modulistica ministeriale sottoriportata debitamente compilata in ogni sua parte, sottoscritta e corredata della documentazione prescritta dettagliatamente descritta nei gia' citati modelli di richiesta, e trasmessa al Comune in uno dei seguenti modi:

E-MAIL
comune.ragogna@certgov.fvg.it
purche' LA DICHIARAZIONE VENGA FIRMATA DIGITALMENTE o TRASMESSA A MEZZO PEC DEL RICHIEDENTE o CON SCANNERIZZAZIONE DELLA RICHIESTA FIRMATA A MANO

RACCOMANDATA
all'indirizzo: COMUNE DI RAGOGNA - SERVIZI DEMOGRAFICI
VIA XXV APRILE 2
33030 RAGOGNA (UD)

FAX

Trasmissione al nr 0432-9409501

ATTENZIONE AVVISO PERICOLO DI DENUNCIA PER DICHIARAZIONI FALSE O MENDACI
La dichiarazione di residenza è resa a norma del DPR 445/2000, pertanto in caso di dichiarazioni FALSE o MENDACI si applicano gli art. 76 e 77 dello stesso dpr, che dispongono la decadenza dai benefici acquisiti (ovvero il ripristino della posizione anagrafica precedente, come non fosse mai intervenuta alcuna modifica), nonché il rilievo penale. E' inoltre previsto per il pubblico ufficiale che procede l'obbligo della comunicazione della notizia di reato all'Autorità Giudiziaria competente.